CYBER-BULLYING : E SE CAPITASSE A VOI?

by - 20:17:00

cyber-bullying come reagire come comportarsi in caso di cyber-bullying azioni legali fashion's obsessions.com fashion blog zairadurso zaira d'urso


Non avrei mai pensato di scrivere un post del genere, parlando di una tematica così importante e complessa.
Credevo che fenomeno come il cyber-bullying, potessero e dovessero colpire solo gli altri.
Mi son convinta per settimane che questo stesse accadendo altrove e che io, con le mie insicurezze, stessi magicamente rendendo tutto più grande di ciò che era.
Come un fiore, privato del suo nutrimento, avevo cominciato ad appassire. E nel giro di qualche giorno, avevo perso la voglia di scrivere e dedicarmi alla mia passione più grande.



Come spesso accade nella vita, mi ero sbagliata.
Tutto comincia circa sei mesi fa, quando, a seguito di una serie di discussioni, comincio a legare con un gruppo di ragazze.
Nulla di anormale o folle per chi, come me, passa tantissime ore sui social a conoscere gente e confrontarsi.
E' una cosa che ho sempre fatto e che non smetterò di fare, perchè mi ha dato tanto e permesso di conoscere moltissime persone lungo il mio cammino.
Quello che era un semplice gruppo di ragazze, nel giro di qualche settimana, è diventato un incubo.
All'inizio, nulla di strano, giusto qualche battutina ed una serie di spiacevoli considerazioni.
Poi, sempre peggio.

cyber-bullying come reagire come comportarsi in caso di cyber-bullying azioni legali fashion's obsessions.com fashion blog zairadurso zaira d'urso

CYBER-BULLING. SUCCEDE, E NON E' UNA BUGIA.

Non potete nemmeno immaginare come si senta una persona quando subisce una situazione simile. Perchè si, si subisce e non sempre si hanno le forze di reagire.
Si resta impassibili, in balia degli eventi e con l'incapacità di reazione che può avere un foglio di carta aperto su un tavolino.
Anche se, come me, siete delle persone con un caratteraccio.
Il colmo è arrivato qualche giorno fa.
Dalle chiamate con vari numeri privati, a cui rispondo sempre, perchè possono pure esser chiamate di lavoro, alle minacce.
Stranamente, credevo fosse semplicemente un gruppo di persone che nella vita avesse bisogno di realizzarsi meglio.
Poi mi son seduta a tavolino ed ho cominciato a spulciare sul web se ci fossero gli estremi per una denuncia.
E c'erano tutti.
Poi,l'illuminazione : Cyber-Bullying.
Nulla in più e nulla in meno.
Le chiamate sono diventate numerose, con la spaventosa media di quattro l'ora.
I colpevoli, manco a dirlo, non hanno nemmeno provato un minimo di rimorso o risentimento, Perchè, per gente così, il web è un porto sicuro, e risulta facilissimo esser dei leoni da tastiera.

In attesa delle evoluzioni legali,ci tengo a parlavi a cuore aperto, perchè mi è sempre stato insegnato a far così.
NON LIMITATE LE VOSTRE AZIONI.
Potrà sembrare un consiglio banalissimo, difficile da realizzare nel momento in cui vi sentirete oppressi e chiusi in gabbia,
Ma abbiate il coraggio di andare oltre agli insulti, senza reagire, raccogliere ogni prova e lasciar fare il giusto corso alle autorità competenti.

Perchè chiunque si rifugi dietro ad un profilo social, che sia maggiorenne o meno, oltre ad avere qualche problema d'autostima, ha seriamente bisogno di una lezione.

With love,Zaira


STAY TUNED WITH FASHION'S OBSESSIONS

You May Also Like

0 commenti